Altro

Come lavare i capi in lavatrice

Come fare la lavatrice: dove mettere il detersivo
Partiamo dalla cosa più semplice (dopo l’oblò): lo scomparto del detersivo. Solitamente le lavatrici hanno tre scomparti: uno per il detersivo per il pre-lavaggio (mai usato, dimenticatevelo), uno per il detersivo normale o disinfettanti vari e uno piccolo per l’ammorbidente.

Come fare la lavatrice: programmi e temperatura
Anche se le nuove lavatrici hanno una sola manopola, la maggior parte delle lavatrici ne ha due, ma non per questo devono mandarvi in crisi. Vediamo insieme a cosa servono, il significato dei simboli dei programmi e quali sono invece le funzioni dei tasti:

Una sola manopola: a ogni programma corrisponde una temperatura dell’acqua predefinita quindi il problema non si pone.
Due manopole: a una corrispondono i gradi, all’altra il programma. Qui avete possibilità di scelta perchè potrete selezionare magari il programma “Delicati” e decidere di lavare a freddo o a 30°. In ogni caso la temperatura media da tenere è 40°, il programma potete sceglierlo in base alla durata.
Pulsanti: solitamente troviamo un tasto dedicato al mezzo carico, qualora nella lavatrice abbiate pochi indumenti; un tasto serve a fare il bucato senza centrifuga, magari per la lana per evitare che le fibre si “rinsecchiscano”.
Come dividere la biancheria da lavare
È arrivato il momento di dividere i panni per la lavatrice e, davanti al tripudio di colori dei vostri vestiti, vi sarete chiesti come suddividerli per metterli in lavatrice e non fare disastri. Probabilmente avrete vaghi ricordi di vostra mamma che vi diceva di dividere i bianchi dai colorati, ma nel mentre voi stavate messaggiando e non è che avete capito proprio tutto. Facciamo allora un ripassino, ma prima di tutto ricordate: guardate sempre l’etichetta dei vestiti, se c’è scritto lavare a freddo, o 30° o niente centrifuga fate esattamente quello che viene indicato. Non inventatevi altro. Per prima cosa però, per fare una corretta divisione, potreste decidere di spargere tutti i vestiti da lavare a terra e preparare quattro sacchetti diversi:

Uno per gli abiti e gli indumenti bianchi
Uno per i capi neri
Uno per gli indumenti dai colori chiari
Uno per gli indumenti dai colori scuri
Questa è una prima divisione da fare molto importante; la seconda cernita da fare riguarda il materiale e i tessuti di cui i vestiti son fatti. Andiamo con ordine.

Come fare la lavatrice dei bianchi
Dividere i bianchi dai colorati è semplice, i panni chiari è bene lavarli insieme per evitare di trovare brutte sorprese quando si apre l’oblò a fine lavaggio. La temperatura può anche essere elevata, sempre che non ci sia la lana, e arrivare anche a 60°, soprattutto se state lavando le lenzuola. In questo caso potreste pensare che tutti i bianchi siano uguali e invece dovete fare attenzione. Le stesse regole valgono per lavare mutande e calzini: se avete un reggiseno o un paio di slip in seta e altri in cotone questi due capi, anche se sono bianchi hanno bisogno di due lavaggi diversi perché la seta è molto più delicata. Occhio quindi ai materiali (nel paragrafo successivo vi diremo quanti gradi mettere a seconda delle vostre esigenze).

Come fare la lavatrice dei neri
Anche i vestiti neri vanno separati da tutti gli altri e lavati a parte perché tendono a scolorire. Se ti stai chiedendo a quanti gradi si lavano i capi neri, ricorda che la temperatura dipende dal materiale che viene indicato solitamente sull’etichetta interna insieme alle istruzioni, ricordatevi però di non lavare capi neri di lana a temperature elevate per evitare che si restringano.

Come fare la lavatrice dei colorati
I capi colorati, come vi abbiamo detto, si dividono tra abbigliamento colorato chiaro e scuro. Per farvi capire meglio vediamo come dividere un po’ di colori “base”:

Colori chiari: rosa, giallo tenue, ecrù, salmone, azzurro, beige, lilla, verde menta.
Colori scuri: blu, antracite, canna di fucile, marrone, bordeaux, fuxia, rosso, arancione
Per fare una divisione quindi potrete mettere insieme delle magliette rosa chiaro, azzurre, lilla e verde chiaro (per fare un esempio) e, se sono tutte in cotone o sintetico, potrete fare un lavaggio a 40°. Stesso discorso per i capi più scuri: una t-shirt blu, una nera e una marrone possono andare nello stesso lavaggio, ma questa volta a 30° o ancora meglio a freddo, se i tessuti lo permettono, perchè il rischio che stingano è maggiore. Fare un mix tra un maglione blu e una camicetta rosa chiaro in lavatrice quindi non è molto azzeccato! Tutto chiaro? Ricorda, in ogni caso, anche se ti sembra di aver fatto una divisione di colori perfetta, un foglietto acchiappacolore non fa mai male!

 

I gradi con cui lavare i capi:

  1. Lavaggio a freddo: perfetto per la lana o la seta e i capi di colore scuro.
  2. Lavatrice Temperatura 30°: temperatura ideale per i sintetici, il cotone, i jeans, la biancheria…insomma, un po’ per tutto. Gli abiti di colore scuro vanno lavati così.
  3. Lavatrice Temperatura 40°: usate questi gradi per lavare jeans sporchi, cotone e asciugamani. Perfetto per abiti bianchi sintetici o di cotone
  4. Lavatrice  Temperatura 60°: va bene per le lenzuola, gli asciugamani, i tappeti del bagno o gli strofinacci della cucina. L’ideale è che siano bianchi, altrimenti i colori potrebbero mischiarsi.
Tags