Finanza Politica

Gli USA chiedono formalmente l’estradizione di Meng Wanzhou

Gli Stati Uniti procederanno con una formale richiesta di estradizione dal Canada dell’executive di Huawei, Meng Wanzhou, come ha dichiarato l’ambasciatore del Canada negli Stati Uniti a Globe and Mail, una mossa che sicuramente accrescerà le tensioni con la Cina.

David MacNaughton, in una intervista con il giornale canadese pubblicata lunedi, ha dichiarato che gli Stati Uniti hanno detto al Canada che avrebbero richiesto l’estradizione per Meng, ma non ha detto quando la richiesta sara ufficializzata. La scandenza cade il 30 gennaio, o 60 giorni dall’arresto della Meng avvenuto  il 1 dicembre a Vancouver.

La Meng, figlia del fondatore di Huawei Technologies Co. Ltd, Ren Zhengfei, è stata arrestata sotto richiesta degli Stati Uniti per presunte violazioni delle sanzioni USA all’Iran. E’ stata rilasciata su cauzione lo scorso mese e dovrebbe comparire in tribunale a Vancouver il 6 Febbraio.

Le relazioni fra Cina e Canada si sono raffreddate in seguito all’arresto, con la Cina che detiene due cittadini Canadesi ed ha condannato a morte un Canadese colpevole di contrabbando di droga.

Il brand Cinese, il più grande produttore mondiale di equipaggiamento per le telecomunicazioni, non ha fatto commenti sui procedimenti legali in corso quando è stato contattato da Reuters questo giovedi. Un portavoce del Dipartimento di Giustizia degli USA ha dichiarato, ‘Commenteremo tramite il nostro filing’.

Il Dipartimento della Giustizia Canadese non ha risposto immediatamente alla richiesta di commenti.

Il Canada è una delle oltre 100 nazioni con cui gli Stati Uniti hanno degli accordi per l’estradizione. Una volta ricevuta una richiesta formale, il tribunale canadese deve determinare entro 30 giorni, se ci sono prove sufficienti per l’estradizione, e il Ministero della Giustizia deve dare un ordine formale.

In un articolo pubblicato lunedi, un ex capo spia Canadese ha detto che il Canada dovrebbe bannare Huawei e non permettergli di fornire strumentazione per i network di telecomunicazione next-gen.

Alcuni degli alleati del Canada come gli Stati Uniti e l’Australia hanno già imposto delle restrizioni sul marchio Huawei, citando il rischio di essere spiati.

Huawei ha ripetutamente affermato che tali preoccupazioni sono infodate, mentre l’ambasciatore Cinese in Canada ha dichiarato la scorsa settimana che ci saranno ripercussioni se Ottawa bloccherà Huawei.

Nell’intervista di lunedi  MacNaughton ha detto che il Canada

  stava soffrendo la rivincita della Cina  per un arresto fatto su richiesta degli Stati Uniti.

‘Non ci piace il fatto che sono i nostri cittadini che vengono puniti’ ha detto il Globe and Mail, citando anche MacNaughton: ‘(Gli Americani) sono coloro che stanno cercando

d applicare la loro legge Americana contro Ms. Meng, ma siamo noi che ne stiamo pagando il prezzo. I nostri cittadini’.

Il Primo Ministro Canadese, Justin Trudeau, ha detto che la Cina stava utilizzando arbitrariamente la pena di morte e ha fatto un appello ai leader mondiali per risolvere il problema dei Canadesi detenuti in Cina.