Politica

La Turchia, la prima recessione in 10 anni, mentre le elezioni si avvicinano

turchia
La Turchia, la prima recessione in 10 anni, mentre le elezioni si avvicinano

La Turchia sta vivendo una recessione per la prima volta in un decennio. Questa recessione danneggerà anche le prospettive dell’attuale presidente turco Recep Tayyip Erdogan mentre lo stato sta per dirigersi verso le elezioni, a cominciare dalle elezioni municipali che avranno luogo a marzo.

Il PIL è diminuito del 2,4% nel trimestre precedente, destagionalizzato, rispetto al trimestre precedente quando ha registrato un calo dell’1,6%. Questo è simile alla stima media degli economisti. Rispetto all’anno precedente, il PIL è diminuito del 3%. Durante la sua presidenza, Erdogan stava spingendo per la crescita indipendentemente dai costi. Ha anche pressurizzato la banca centrale per garantire che i tassi di interesse fossero bassi. Spinto da questi fattori, il capitale era entrato in Turchia in quello che era un periodo di forte stimolo monetario in tutto il mondo.

La continua espansione ha sollevato l’economia turca di circa il 7% ogni trimestre dal 2009. Tuttavia, questo è ora svanito in seguito a diversi problemi di politica e un crollo valutario. Anche un difficile scontro diplomatico con gli Stati Uniti è da biasimare.

Secondo investitori ed economisti, questa recessione è il risultato delle politiche economiche di Erdogan. È anche un risultato diretto della politica monetaria del 2018, che è stata spinta per ragioni politiche a breve termine invece di essere pratica con l’economia.