Politica Societa

Scioperi a Roma e in tutta Italia nella giornata internazionale della donna

Potrebbe essere una sorpresa piuttosto triste che la festa della donna sia stata celebrata per la prima volta il 28 febbraio 1909 a New York. Due anni dopo, la socialista tedesca Luise Zietz propose che la festa diventasse una festa annuale che celebrasse varie questioni femminili, come il suffragio, in modo da promuovere uguali diritti per le donne. Le prime Giornate della donna sono state celebrate in un modo completamente diverso da quello che sono oggi, con centinaia di manifestazioni in corso in Europa.

Durante queste dimostrazioni, le donne hanno chiesto di avere finalmente il diritto di voto e di ricoprire cariche pubbliche. Anche la discriminazione basata sul sesso sul lavoro è stata una questione importante. Nel 1917, le manifestazioni della Giornata della donna a San Pietroburgo, in Russia, hanno aiutato ad avviare la rivoluzione di febbraio, quando le donne hanno sfilato per la città chiedendo la fine della prima guerra mondiale.

Quest’ anno in Italia, I sindacati che rappresentano lavoratori in tutta una serie di settori pubblici in Italia aderiscono a uno sciopero nazionale venerdì 8 marzo, Giornata internazionale della donna, per protesta contro numerose cause, tra cui la violenza maschile contro le donne, la discriminazione di genere e le molestie sul posto di lavoro. A livello nazionale, lo sciopero coinvolge l’intero sistema ferroviario, con ritardi e cancellazioni dei treni previsti per Trenitalia, Italo e Trenord. Lo sciopero interesserà anche gli uffici comunali di Roma, tutte le scuole comprese le scuole materne, gli uffici della sanità pubblica e la raccolta di rifiuti.