Home Cultura 4 cose che non sapevi sul Pantheon, Roma

4 cose che non sapevi sul Pantheon, Roma

3748
Pantheon
4 cose che non sapevi sul Pantheon, Roma

Nonostante che riceva milioni di turisti all’anno, ci sono ancora molte cose che i visitatori non conoscono l’arte, l’architettura e la storia del Pantheon, il tempio antico più sorprendente della Città Eterna.

Ecco 4 fatti affascinanti su uno dei monumenti più amati di Roma.

Non è il primo Pantheon

L’attuale Pantheon è in realtà la terza incarnazione sullo stesso sito.

Il primo fu costruito da Marco Agrippa nel 27 a.C. ma in seguito fu incendiato, fu ricostruito dall’Imperatore Domizione ma fu colpito da un fulmine e successivamente incendiato di nuovo.

La versione attuale, che è sopravvissuta per quasi 2000 anni, fu costruita da Adriano tra il 118-128 d.C.

Adriano riutilizzò l’iscrizione originale che attribuiva l’edificio ad Agrippa che per un po ‘creò confusione sull’esatta data di costruzione.

L’oculo è aperto

Quando fu costruito il Pantheon, l’unica fonte di luce era l’oculo al centro della cupola.

L’apertura misura 8,2 m di diametro ed è anche chiamata “L’occhio del Pantheon”.

Un trucco di illuminazione intelligente si gioca il 21 aprile, data di fondazione di Roma.

A mezzogiorno la luce del sole colpisce la griglia metallica sopra la porta, riempiendo di luce l’ingresso.

Un altro bellissimo effetto ha luogo a Pentecoste quando i petali di rosa vengono spruzzati nell’oculo dopo la messa annuale.

Prima era coperto di bronzo

La cupola del Pantheon era originariamente coperta di bronzo, il che avrebbe fatto brillare lo skyline della città alla luce del sole.

Tuttavia, durante tutto il Medioevo i materiali furono gradualmente rimossi per essere utilizzati altrove.

Papa Urbano VIII, che era un membro della famiglia Barberini, notoriamente prese il bronzo dal portico del Pantheon nel 1631 per costruire cannoni per il Vaticano

Ora è una chiesa

Nell’anno 609, l’imperatore Foca donò il Pantheon a Papa Bonifacio IV che lo consacrò come chiesa.

Tuttavia, nel fare ciò tutte le immagini pagane furono rimosse e sostituite con decorazioni cristiane.

Fori sono ancora visibili sul frontone della facciata dove sono stati spogliati gli ornamenti in bronzo pagano.