Home Cultura 500 ° anniversario di Leonardo da Vinci: eredità duratura del grande maestro

500 ° anniversario di Leonardo da Vinci: eredità duratura del grande maestro

897
da Vinci
500 ° anniversario di Leonardo da Vinci: eredità duratura del grande maestro

Leonardo da Vinci morì 500 anni fa all’età di 67 anni. Era un genio universale guidato da una curiosità insaziabile che lo portò ad esplorare idee in scienze, matematica, architettura, design, ingegneria, geologia, cartografia, scultura, disegno e, di corso, pittura.

Il suo corpo di lavoro sopravvissuto come pittore è straordinariamente magro: meno di 20 opere possono essere facilmente attribuite a lui, sebbene due di esse – la “Mona Lisa” e “L’ultima cena” – siano facilmente tra le più famose nel mondo.

Tale scarsità portò all’annotazione record di “Salvator Mundi“, ritenuto un Leonardo perduto da tempo, che fu venduto per $ 450 milioni nel 2017. Il dipinto, che alcuni studiosi affermano non è interamente opera di Leonardo, ha fatto notizia da allora. Dopo che i piani per esibirlo al Louvre di Abu Dhabi furono annunciati, e poi cancellati, nel 2018, anche la sorte dei lavori d’arte divenne incerta, aggiungendo ulteriore fascino alla sua mistica.

Leonardo nacque il 15 aprile 1452 ad Anchiano, una frazione vicino alla città di Vinci, in Toscana, a circa 25 miglia a ovest di Firenze. Il suo nome completo era Leonardo di ser Piero da Vinci, che è generalmente abbreviato in Leonardo da Vinci.

Sua madre era una contadina di nome Caterina e suo padre era un ricco notaio. Leonardo è nato fuori dal matrimonio, ed entrambi i genitori hanno sposato altre persone dopo la sua nascita, ma ha trascorso la sua infanzia nella tenuta di suo padre, dove è stato educato e trattato come un figlio legittimo.

Per tutta la sua vita, Leonardo, che non ha mai sposato, aveva diversi assistenti che potevano anche essere stati amanti – in particolare Gian Giacomo Caprotti, soprannominato Salaì, che è diventato lui stesso un artista. Si ritiene che Salaì abbia ereditato i dipinti che Leonardo possedeva ancora al momento della sua morte: “La Vergine e il bambino con Sant’Anna“, “San Giovanni Battista” e “La Gioconda“, che ora pendono tutti al Louvre a Parigi. Il museo francese ha altri due Leonardo – uno dei quali è attualmente in prestito al Louvre di Abu Dhabi – formando la più grande collezione al mondo.

FONTE: CNN