Home Finanza “Appartiene al popolo, non ai banchieri” – L’Italia si impegna a cogliere...

“Appartiene al popolo, non ai banchieri” – L’Italia si impegna a cogliere l’oro dalla Banca Centrale

3
Banca Centrale Europea, Italia
"Appartiene al popolo, non ai banchieri" - L'Italia si impegna a cogliere l'oro dalla Banca Centrale

Due settimane fa, un po’ inaspettatamente, il presidente della BCE Mario Draghi ha rilasciato una dichiarazione strana che conferma che la Banca centrale europea deve approvare qualsiasi operazione nelle riserve estere dei paesi della zona euro, compresi oro e grandi partecipazioni in valuta estera.

“La BCE approva sia le operazioni in attività di riserva in valuta che rimangono presso le BCN (banche centrali nazionali) … sia le transazioni degli Stati membri con i loro saldi operativi in valuta estera superiori ad una determinata soglia” ha detto Draghi. “Lo scopo di questa competenza è garantire la coerenza con il tasso di cambio e la politica monetaria dell’Unione”.

In particolare, Draghi ha rilasciato questa dichiarazione a due membri italiani del Parlamento Europeo.

All’epoca non sembrava rilevante per nessun altro motivo oltre al suo strano tempismo, ma ora le cose cominciano ad avere più senso quando il Wall Street Journal riporta che i populisti dominanti dell’Italia hanno anticipato questa settimana gli sforzi per prendere il controllo della banca centrale e le sue riserve d’oro.

Lamentando che centinaia di migliaia di piccoli investitori privati hanno perso miliardi di dollari dopo che diverse banche italiane hanno fallito negli ultimi anni, “5 Stelle” e la “lega” nazionalista, rappresentano la banca centrale come simbolo di una élite tecnocratica distaccata dai bisogni degli italiani comuni.

“Abbiamo bisogno di un cambio di rotta in Banca d’Italia se pensiamo a quello che è successo negli ultimi anni”, ha detto Luigi Di Maio, leader del Movimento 5 stelle.

Cinque Stelle e la Lega hanno ripetutamente attaccato la Banca d’Italia per non aver impedito le crisi bancarie, e lo hanno incolpato per le perdite subite dai risparmiatori mom-and-pop che avevano acquistato azioni e obbligazioni bancarie.

E questa settimana i parlamentari italiani di 5 Stelle hanno chiesto al Parlamento di approvare due progetti di legge:

  • Una legge avrebbe dato istruzioni ai proprietari della banca centrale, la maggior parte delle banche private, di vendere le loro azioni al Tesoro italiano a prezzi degli anni ’30.
  • L’altra legge dichiarerebbe il popolo italiano come proprietario della riserva della Banca d’Italia di 2451,8 tonnellate di oro, per un valore di circa $ 102 miliardi a prezzi correnti.

“L’oro appartiene agli italiani, non ai banchieri”, ha detto Giorgia Meloni, leader dei Fratelli d’Italia, un partito di opposizione di estrema destra che sostiene entrambe le leggi. “Siamo pronti a combattere ovunque in Italia e portare gli italiani nelle strade se necessario”.