Home Finanza Bruxelles è “molto preoccupata” per il rallentamento dell’economia italiana

Bruxelles è “molto preoccupata” per il rallentamento dell’economia italiana

5
UE, Roma
Bruxelles è "molto preoccupata" per il rallentamento dell'economia italiana

L’UE ha avvertito domenica (24 marzo) di una nuova fila di birre con l’Italia sul suo bilancio, appena pochi mesi dopo che entrambe le parti hanno concordato un accordo molto combattuto con le controverse finanze del 2019 di Roma.

“Sono davvero preoccupato. In nessun altro stato membro dell’UE l’economia si è raffreddata in modo così drammatico. Già nelle nostre previsioni invernali, ci aspettavamo che l’Italia aumentasse solo dello 0,2% (nel 2019) “, ha dichiarato il vicepresidente della Commissione europea Vladis Dombrovskis. “Si mostra chiaramente che la direzione presa dal governo a Roma è dannosa per l’economia. I tassi di interesse sono aumentati, anche l’instabilità “, ha detto al quotidiano Welt am Sonntag, sottolineando che la fiducia degli investitori non è migliorata nel paese.

La commissione farà il punto della situazione a giugno e discuterà i prossimi passi. Il debito pubblico italiano è un grosso problema e ora ammonta a 2,3 trilioni di euro o al 131% del PIL dell’Italia – ben al di sopra del tetto del 60% dell’UE. Dopo un’amara disputa, il governo di coalizione populista italiano si è impegnato a non aumentare il suo colossale carico del debito quest’anno.

Ma la proiezione di Roma per il suo bilancio del 2019 si basava su una crescita dell’1,0% del PIL, che le organizzazioni internazionali considerano troppo ottimistiche.

Il Fondo Monetario Internazionale vede una crescita che raggiunge solo lo 0,6%, mentre le previsioni della Commissione europea sono molto più pessimiste, con appena lo 0,2%. L’economia italiana si è contratta nel quarto trimestre del 2018 a causa di un rallentamento delle esportazioni, facendo precipitare la terza economia della zona euro in recessione e aumentando i problemi di bilancio del governo.

Nonostante le difficoltà, Dombrovskis crede che sia ancora possibile trovare un accordo con Roma. “Abbiamo anche avuto discussioni difficili con i precedenti governi ma alla fine sono riusciti a trovare soluzioni per limitare il loro debito.”