Home sport Campionato mondiale di calcio femminile: è tornata l’Italia

Campionato mondiale di calcio femminile: è tornata l’Italia

1127
Campionato mondiale di calcio femminile
Campionato mondiale di calcio femminile: è tornata l'Italia

Nei mesi successivi alla mancata qualificazione della nazionale italiana maschile per la Coppa del Mondo 2018 in Russia, le donne italiane hanno aiutato a riscattare il paese vincendo sette partite consecutive nella loro corsa di qualificazione alla versione femminile del campionato mondiale.

Quella vorticosa forma è stata sufficiente per Le Azzurre a vincere il proprio gruppo di qualificazione con una partita da spare, che ha anche messo fine alla siccità della Coppa del Mondo femminile da 20 anni in Italia.

Condividendo lo spazio nel Gruppo C con Australia, Brasile e Giamaica, il progetto Italia sarà la terza migliore squadra del quartetto.

In quanto tale, dato che la maggior parte delle squadre terze classificate si qualificano per i turni a eliminazione diretta, hanno un’ottima possibilità di avanzare.

Può interessarti anche:

Jose Antonio, L’ex stella dell’Arsenal muore in un incidente

Con il backlines apparentemente indistruttibile dell’Italia (hanno perso solo quattro reti nelle otto partite di qualificazione ai Mondiali, due delle quali sono arrivate quando l’Italia si era già qualificata) e alcuni attaccanti dotati in attacco, sarà una delusione se non lo faranno.

Il che non vuol dire che tutto ciò sarà facile. Nulla è garantito nel calcio, e anche se gli italiane sono forti, hanno affrontato solo una squadra classificata tra le prime 15 classifiche della FIFA nel 2019.

In quella partita, la Corea del Nord ha battuto l’Italia ai rigori nella finale della Coppa di Cipro a marzo.

Ma anche se l’Italia cade nella fase a gironi, tornare al campionato mondiale dopo un’assenza di due decadi è sufficiente per contare l’intera esperienza come un successo a sé stante.

Servirà anche come esempio per il mondo del valore dell’investimento legittimo nel calcio femminile.

Anche se un esempio ancora più significativo di quanto il recente investimento italiano nel calcio femminile abbia fatto crescere il gioco è arrivato a marzo, quando la squadra femminile della Juventus, appena al suo secondo anno di vita, ha giocato la sua prima partita in assoluto nell’arena della squadra maschile di fronte di una folla di oltre 39.000.