Home Altro Congresso Mondiale dell’Energia: la partecipazione italiana

Congresso Mondiale dell’Energia: la partecipazione italiana

826
Congresso Mondiale dell'Energia
Congresso Mondiale dell'Energia: la partecipazione italiana

(WAM)- Il settore energetico italiano giocherà un ruolo chiave nella partecipazione europea al 24 ° Congresso Mondiale dell’Energia, il WEC, che si terrà ad Abu Dhabi dal 9 al 12 settembre, in seguito alla visita odierna nel Paese da parte della direzione del Comitato Organizzatore del Congresso.

Oggi, il Dott. Matar Al Neyadi, Presidente del 24 ° Comitato Organizzatore del Congresso Mondiale dell’Energia, ha incontrato i principali stakeholder energetici italiani a Roma per informarli sui progressi finora verso il Congresso di settembre, incluso il programma del Congresso, eventi collaterali e molte altre iniziative attraverso i quattro giorni.

L’incontro ha incluso discussioni e prospettive per la transizione energetica in Europa e nella regione del Golfo.

L’incontro è stato organizzato dal Comitato nazionale italiano nel Consiglio mondiale dell’energia, WEC Italia, e ospitato da Eni.

I leader energetici italiani saranno coinvolti in tutto il programma del Congresso, incluso l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi.

Tra gli altri relatori italiani, Alessandro Costa, Responsabile della Sostenibilità presso Falck Renewables, modererà una sessione guardando la licenza sociale per operare all’interno delle comunità. Durante il Congresso, WEC Italia organizzerà anche un evento collaterale guardando “I percorsi verso la transizione energetica regionale nel Mediterraneo’.

L’obiettivo del seminario sarà quello di evidenziare i percorsi che devono essere intrapresi dai paesi della regione al fine di raggiungere una cooperazione regionale strutturata su un quadro energetico mediterraneo sostenibile.

Parlando dopo l’incontro di oggi, Marco Magheri, Presidente del WEC Italia, ha affermato che raduni internazionali come il Congresso Mondiale dell’Energia possono svolgere un ruolo chiave nel processo di transizione energetica in corso, favorendo lo scambio di strategie, sforzi ed esperienze.

“Nell’area mediterranea in particolare è necessario promuovere la cooperazione per guidare la regione verso un futuro sostenibile, partendo dal miglioramento del dialogo energetico euromediterraneo con l’obiettivo di condividere le migliori pratiche e incoraggiare lo sviluppo di infrastrutture energetiche ,” Ha aggiunto.

Il Dott. Matar Al Neyadi, Sottosegretario al Ministero dell’Energia e dell’Industria degli Emirati Arabi Uniti e Presidente del Comitato Organizzatore per il 24 ° Congresso Mondiale sull’Energia, ha dichiarato: “L’Italia, come hub tra Europa e Nord Africa, svolgerà un ruolo strategico i prossimi decenni per soddisfare la crescente domanda di energia nella regione del Mediterraneo.

Il congresso sarà unico nel convocare i leader dell’energia di tutte le regioni, cosa che mi fa piacere che il settore energetico italiano abbia riconosciuto la sua preparazione per una forte presenza ad Abu Dhabi a settembre “.