Home Altro Dimostrazioni presso Aviano: “uno sciopero è possibile”

Dimostrazioni presso Aviano: “uno sciopero è possibile”

2908
Aviano
Dimostrazioni presso Aviano: "uno sciopero è possibile"

Dozzine di lavoratori italiani hanno manifestato oggi vicino al cancello principale di Aviano, chiedendo all’aviazione americana di onorare accordi di vecchia data sull’occupazione di base.

“Basta”, ha detto Angelo Zaccaria, amministratore dell’Unione Italiana Lavoratori Turismo Commercio Servizi (UILTuCS) degli italiani impiegati dall’Aeronautica USA in Italia.

Zaccaria ed Eugenio Sabelli, la sua controparte della Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori (Cisl), hanno detto che i lavoratori hanno diversi problemi con la base. Tra i loro problemi:

  • I civili americani in possesso di posti di lavoro su base non dovrebbero avere in base a decenni di accordi di base tra gli Stati Uniti e l’Italia.
  • Usare gli appaltatori per i lavori che i lavoratori italiani in base hanno tradizionalmente fatto o potrebbero fare invece
  • Assumere tanti italiani per posizioni temporanee invece di posti di lavoro permanenti. I sindacati credono che i piani di base trasformino presto questi lavori in appaltatori.

I due sindacati rappresentano la maggioranza dei 716 civili italiani impiegati alla base. I membri dell’Unione si incontreranno giovedì per discutere della situazione. Le opzioni sul tavolo includono lo sciopero, Zaccaria e Sabelli hanno detto. Diversi dipendenti che hanno manifestato sabato alla rotatoria che conduce al cancello principale avrebbero normalmente funzionato, hanno detto.

Non è chiaro se qualsiasi azione di lavoro ad Aviano avrebbe un impatto su altre basi statunitensi in Italia. Zaccaria ha detto di sapere che i lavoratori di Napoli e Vicenza hanno problemi con i comandi locali. Storicamente, i membri del sindacato di base in Italia hanno mostrato vari gradi di solidarietà con le loro controparti durante le azioni di lavoro.