Home Tech I dati che FaceApp prende dai suoi utenti

I dati che FaceApp prende dai suoi utenti

1034
FaceApp

Sapevi tutto questo prima di scaricare FaceApp?

Sono passati due anni da quando FaceApp virale si è fatta strada nell’universo digitale.

La funzionalità di invecchiamento dell’app è diventata un successo tra gli utenti dei social media che hanno condiviso foto dei loro futuri sé.

Come per tutte le altre app, ci sono alcune preoccupazioni sulla privacy che bisogna considerare prima dell’uso, ma è un po ‘troppo tardi perché milioni di persone hanno già scaricato l’app.

Secondo Forbes, oltre 100 milioni di persone hanno scaricato l’app da Google Play; è anche l’app più quotata sull’App Store per iOS in 121 paesi.

Usando l’app, gli utenti danno a FaceApp – una startup di proprietà della società russa Wireless Labs – il potere di usare le foto e i nomi caricati.

In realtà è chiaramente indicato nei termini di servizio di FaceApp: qualcosa di cui siamo tutti colpevoli di spazzare via e di accettare ciecamente spesso.

Si scopre che la società possiede “una licenza sub-licenziabile perpetua, irrevocabile, non esclusiva, esente da royalty, in tutto il mondo, interamente pagata, trasferibile per utilizzare, riprodurre, modificare, adattare, pubblicare, tradurre, creare opere derivate da, distribuire, pubblicamente eseguire e visualizzare i Contenuti dell’utente … senza compenso per te “.

I termini affermano inoltre che utilizzando l’app, le informazioni associate, inclusi nome utente, posizione e foto del profilo, saranno visibili al pubblico.

In una dichiarazione a TechCrunch, FaceApp ha dichiarato: “Accettiamo richieste da parte degli utenti per la rimozione di tutti i loro dati dai nostri server.

Il nostro team di supporto è attualmente sovraccarico, ma queste richieste hanno la nostra priorità”.

Per funzionare, l’app richiede che un utente gli dia accesso al rullino fotografico, invece di richiedere semplicemente l’accesso alla videocamera per scattare una sola foto da utilizzare sull’app.

Ci sono state speculazioni sul fatto che l’app carichi effettivamente l’intero rullino fotografico sui suoi server.

Un ricercatore di sicurezza francese, sotto lo pseudonimo di Elliot Alderson, ha scoperto che l’app non carica l’intero rullino fotografico sui server, ma solo la foto che viene modificata.