Home Societa La Giornata mondiale per la prevenzione del suicidio 2019

La Giornata mondiale per la prevenzione del suicidio 2019

303
Giornata mondiale per la prevenzione del suicidio
La Giornata mondiale per la prevenzione del suicidio 2019

Oggi, 10 settembre, è la giornata mondiale della prevenzione del suicidio.

È una giornata dedicata alla sensibilizzazione sui rischi del suicidio e sulle sfide affrontate quando si cerca di prevenire la morte per suicidio.

In questa Giornata mondiale per la prevenzione del suicidio, vedrai molti messaggi che invitano le persone a parlare.

Secondo la International Association for Suicide Prevention (IASP), ogni anno il suicidio è tra le prime 20 principali cause di morte a livello globale.

È responsabile di oltre 800.000 morti, il che equivale a un suicidio ogni 40 secondi.

In America, è stata la decima causa di morte, con oltre 47.000 persone morte per suicidio nel 2017.

Lo IASP stima che per ogni persona che muore per suicidio, 135 persone soffrono di “intenso dolore o sono altrimenti colpite.

“Ciò equivale a 108 milioni di persone all’anno. Inoltre, l’organizzazione afferma che per ogni suicidio, 25 persone fanno un tentativo di suicidio e molti altri hanno seri pensieri di suicidio.

Come sostenere qualcuno che si sente suicida

Non esiste una sola causa di suicidio, sebbene la depressione sia citata come la condizione più comune ad essa associata.

I segnali di avvertimento che l’associazione consiglia di cercare includono:

  • Parlare: se qualcuno parla di morire per suicidio, sentirsi senza speranza o non avere motivo di vivere, questi potrebbero essere segni che stanno avendo pensieri suicidi.
  • Comportamenti: un maggiore uso di alcol o droghe, ritirarsi dalle attività, isolarsi dalle persone, dormire troppo o troppo poco o regalare beni preziosi sono alcuni esempi di comportamenti che le persone potrebbero mostrare se si sentono suicidi.
  • Stato d’animo: le persone che stanno prendendo in considerazione il suicidio mostrano spesso stati d’animo come depressione, ansia, vergogna, rabbia, agitazione o persino sollievo.

Allora Cosa Da Fare?

1. Dimostragli che ti interessa

Dai alla persona tutta la tua attenzione, mantenendo il contatto visivo e rimanendo impegnato.

2. Abbi pazienza

Potrebbe volerci del tempo e diversi tentativi prima che una persona sia pronta ad aprirsi.

3. Usa domande aperte

Usa domande aperte che richiedono più di una risposta sì / no e fai seguito a domande come “Dimmi di più”.