Home Politica Le organizzazioni benefiche legate al Qatar sollevano timori

Le organizzazioni benefiche legate al Qatar sollevano timori

831
Qatar
Le organizzazioni benefiche legate al Qatar sollevano timori

Le organizzazioni benefiche legate al Qatar sollevano timori

L’autorità di controllo delle associazioni di beneficenza ha lanciato un avvertimento in merito all ‘”indipendenza” di un’organizzazione benefica britannica per i suoi legami con un gruppo del Qatar successivamente designato come organizzazione terroristica dai suoi vicini del Golfo, The Telegraph rivela.

La Commissione di beneficenza ha sollevato preoccupazioni per l ‘”indipendenza” del Qatar Charity UK, che distribuisce milioni di sterline alle moschee e ad altre organizzazioni in Gran Bretagna.

Il regolatore è intervenuto quattro anni fa dopo aver scoperto che il 98% dei finanziamenti dell’ente proveniva dal Qatar Charity Qatar (QCQ) con sede a Doha, con i progetti di finanziamento del corpo britannico “identificati da QCQ”.

L’avvertimento è stato rivelato in un rapporto di conformità, visto da questo giornale, che mostra che il cane da guardia ha anche espresso preoccupazione per il fatto che tutti gli amministratori fiduciari del Regno Unito nel 2015 erano collegati al QCQ. Tre sono stati pagati dall’ente con sede a Doha.

QCQ era una delle decine di organizzazioni che l’Arabia Saudita e i suoi alleati hanno affermato di essere stati coinvolti nel terrorismo nel 2017.

Qatar Charity UK ha cambiato il suo nome più tardi nello stesso anno in Nectar Trust.

Ma i conti mostrano che ha ricevuto £ 28 milioni da QCQ nel 2017, prima che le donazioni diminuissero drasticamente.

Il rapporto della Commissione di beneficenza sottolinea inoltre che il governo israeliano ha vietato il QCQ in quanto si presume facesse parte dell’Unione del Bene “riferito di fornire sostegno ad Hamas”.

Da allora, tutti i fiduciari del Nectar Trust si sono ritirati, con tre nuove persone nominate l’anno scorso.

Questo giornale ha rivelato nel 2017 che l’organizzazione benefica era gestita da un ex funzionario del Qatar che aveva fondato un sito web che istruiva i musulmani a odiare ebrei e cristiani.

Yousef al-Kuwari ha lasciato l’incarico di amministratore delegato a maggio 2018.

Tuttavia rimane amministratore delegato di QCQ, che è stata designata un’organizzazione proibita dagli Stati del Golfo nel 2017.

Yousuf Al-Hammadi, il suo successore come amministratore delegato del Nectar Trust, è uno dei suoi ex consiglieri.

In un rapporto di conformità a seguito di un’ispezione dell’ente benefico nel novembre 2015, la Commissione di beneficenza ha dichiarato che le sue “principali fonti di preoccupazione” includevano che “nel 2014 l’ente di beneficenza ha ricevuto £ 451.605 (98%) delle sue entrate dall’ente benefico registrato (‘QCQ’) e tre dei sette fiduciari della Charity sono direttori o dipendenti di QCQ.

I registri della Commissione indicano che anche i restanti quattro fiduciari sono collegati a QCQ poiché i loro indirizzi registrati erano quelli di QCQ. ”