McDonald bandito dai siti storici di Roma

    768
    McDonald
    McDonald bandito dai siti storici di Roma

    I fast food di McDonald sono luoghi onnipresenti in tutto il mondo, ma il ministero della cultura italiano ha vietato alla catena di costruire un altro ristorante nella capitale, Roma.

    Il ristorante proposto sarebbe stato costruito accanto alle antiche Terme di Caracalla, ma i piani furono respinti.

    La decisione del governo

    Le terme risalgono al 3 ° secolo e si trovano vicino al centro della città, abbastanza vicino al Colosseo e ad altri siti famosi.

    Caracalla governò come co-imperatore dal 198 al 211 con suo padre.

    Ha quindi governato da solo fino al suo assassinio nel 217.

    Ci sono quasi 580 ristoranti di McDonald in tutta Italia, il quarto numero più alto nell’UE, dopo Germania, Francia e Regno Unito.

    Quaranta di quegli archi dorati si trovano a Roma, che negli ultimi anni ha sempre più lottato con un enorme afflusso di turisti, secondo CNN Travel.

    “Avevo già espresso la mia contrarietà ad un fast food nell’area archeologica delle Terme di Caracalla, vi informo che il Mibac ha provveduto ad annullare l’autorizzazione” ha detto il Ministro della Cultura Alberto Bonisoli su Facebook.

    Di conseguenza, le autorità di Roma sono state costrette ad adottare una serie di misure volte a limitare non solo i turisti, ma anche quelli che cercano di ottenere un facile profitto dai turisti.

    La legislazione recentemente introdotta vieta alle barre di vendere alcolici tra le 2:00 e le 7:00, mentre chiunque venga sorpreso con alcol in pubblico con un contenitore aperto dopo le 22:00 è soggetto a sanzione.

    Altre leggi proibiscono ai locali di vestirsi e di rappresentare un centurione romano per le foto pagate con i turisti.

    Coloro che sono stati catturati durante questa affascinante truffa sono soggetti a una multa di 450 €.