Home Politica PM Kurdo in sciopero della fame in una prigione Turca riceve l’ordine...

PM Kurdo in sciopero della fame in una prigione Turca riceve l’ordine di rilascio

2476

 

Questo venerdì, una corte Turca ha rilasciato una lawmaker Kurda che è stata arrestata lo scorso anno per aver criticato le operazioni militari di Ankara in Siria e che è in sciopero della fame per circa tre mesi.

Leyla Guven deve ancora fare il processo e rischia fino a 31 anni di carcere per accuse di terrorismo e propaganda per la sua opposizione all’incursione Turca nella regione del Nord Est della Siria.

Il giudice nella città Kurda di Diyarbakir, ha rilasciato la Guven che è rimasta detenuta per un anno. La sua salute si è deteriorata durante i 79 giorni di sciopero della fame per protestare contro l’isolamento in prigione del leader dei militanti Kurdi Abdullah Ocalan, dicono fonti a lei vicine.

‘E’ una gioia amara per noi’ ha detto sua figlia, Sabiha Temizkan a Reuters, dicendo che sua madre vorrebbe continuare lo sciopero anche dopo il suo rilascio.

‘Spero che sia ascoltata e smetta lo sciopero della fame prima che sia troppo tardi per lei’ ha detto.

La Guven, indossando una mascherina chirurgica, ha fatto il segno della vittoria appena è entrata in ambulanza dopo il suo rilascio.

Ha consumato solo acqua e zucchero, sale e vitamine. Il partito Democratico Kurdo ha dichiarato che 250 detenuti e politici si sono uniti allo sciopero della fame.

La Guven era fra le 600 persone detenute per post sui social media e critiche sulle operazioni Turche ad Afrin.

Lo scorso giugno, la Guven è stata eletta in parlamento come membro del HDP mentre era in prigione. Dieci ex parlamentari HDP detenuti sono ancora in prigione.

La Guve è anche la co-leader del Democratic Society Congress di base a Diyarbakir.

Ocalan è il capo del partito Kurdo dei Lavoratori, che ha combattuto una insorgenza nel sud est della Turchia sin dal 1984 ed è considerato dalla stessa come un gruppo terroristico, oltre che dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea.