Home Politica Siri, il sottosegretario della Lega indagato per presunta corruzione

Siri, il sottosegretario della Lega indagato per presunta corruzione

1020
Siri, Lega, corruzione
Siri, il sottosegretario della Lega indagato per presunta corruzione

I pubblici ministeri italiani hanno aperto un’indagine sulle accuse di corruzione nei confronti del ministro dei trasporti giovanile che funge da consulente economico del vice primo ministro Matteo Salvini, hanno riferito fonti giudiziarie giovedì.

Armando Siri, un membro di spicco del partito della Lega di destra, è sospettato dai pubblici ministeri di aver preso tangenti per aiutare le aziende che operano nel settore delle energie rinnovabili, hanno detto le fonti.

TI PIACEREBBE LEGGERE ANCHE:

Putin visiterà l’Italia a luglio

La Lega ha riconosciuto l’inchiesta anche se non è stata confermata ufficialmente. “Abbiamo piena fiducia in Armando Siri. Speriamo che l’inchiesta sia veloce e non lasci ombra “, ha dichiarato la Lega in una nota.

Tuttavia, il 5 stelle prese un atteggiamento diverso, potenzialmente aprendo una nuova divisione nella coalizione spesso contorta.

“Se i fatti dovessero essere confermati, è chiaro che il sottosegretario Siri dovrebbe dimettersi dal governo”, ha detto il vice primo ministro e leader a 5 stelle Luigi Di Maio.

Le indagini sono condotte da procuratori di Roma e Palermo e riguardano Siri e altre nove persone.

Siri è un sostenitore vocale di tagli fiscali costosi che fanno parte del patto di coalizione tra la Lega e il Movimento a 5 stelle anti-establishment. Nel 2014, ha patteggiato una pena detentiva per la bancarotta fraudolenta di una società di cui era presidente.

FONTE: Reuters