Home Cultura Genova, una gita da fare

Genova, una gita da fare

3092
Genova, una gita da fare

Il luogo di nascita sottovalutato di Cristoforo Colombo e il pesto Genovese offre ai visitatori una ricca storia marittima, piatti gastronomici raffinati, piazze affollate e un’architettura medievale degna di nota.

Il Galata Museo del Mare presenta numerose mostre immersive che ripercorrono la storia dell’ascesa di Genova come superpotere marittima nel Medioevo quando combattè con Venezia per la padronanza dei legami commerciali con l’Oriente e il ruolo della città come trampolino di lancio per l’italiano migrazione in America nel 19 ° secolo.

RELAZIONATO: Milano, il viaggio perfetto

Gli appassionati di storia apprezzeranno la collezione del museo di vecchie mappe marittime e globi illustrati. Il tour sottomarino è un successo con i bambini, mentre l’osservatorio sul tetto offre viste panoramiche sulla città colorata.

  • IL PIÙ GRANDE ACQUARIO NEL MEDITERRANEO

Genova promuove il più grande acquario del Mediterraneo con la più grande esposizione di biodiversità in Europa – 600 specie animali e 200 vegetali. Avrai bisogno di un budget di un paio d’ore per farti strada attraverso le numerose mostre e andare presto nel giorno se vuoi prendere uno degli spettacoli dei delfini.

Anche le esperienze di realtà virtuale e le meduse colorate e le esibizioni di coralli locali incantano i giovani visitatori. C’è anche una mostra del Regno Ghiaccio che include pinguini della regione antartica.

RELAZIONATO: Napoli, come divertirti il viaggio – PARTE 1

  • Cattedrale di San Lorenzo (il Duomo di Genova)

A pochi passi dai palazzi si trova la cattedrale romanico-gotica di San Lorenzo costruita tra il XII e il XIV secolo.

Il disegno della facciata principale della cattedrale alterna la pietra bianca e nera, un modello che è comunemente visto in tutte le principali cattedrali della regione Liguria. L’interno è decorato con affreschi in stile bizantino, mentre il museo del Tesoro sotterraneo ospita oggetti di valore e religiosi come il “Sacro Catino” che alcuni credevano essere il Santo Graal.

RELAZIONATO: Napoli, come divertirti il viaggio – PARTE 2

  • Guarda il tramonto al PORTO ANTICO

Le attrazioni moderne e i ristoranti con vista sulla baia sono stati aggiunti durante le ristrutturazioni portuali guidate da una delle leggende dell’architettura italiana contemporanea, Renzo Piano.

La gentrificazione del Porto Antico ha aumentato la sua popolarità sia tra i locali che tra i turisti. Per una vista a volo d’uccello rotante del porto, prendi l’ascensore Bigo ispirato alla gru su 150 piedi.

Il momento perfetto per prendere un drink e uno spuntino per un aperitivo italiano al Porto Antico è durante il tramonto, quando le pittoresche case in collina sono immerse nella luce dorata.

FONTE: We Are Travel Girls