Home Finanza Gli EAU partecipano alla fiera siriana, sfidando gli USA

Gli EAU partecipano alla fiera siriana, sfidando gli USA

514
fiera

La bandiera degli Emirati Arabi Uniti sta diventando uno spettacolo più comune a Damasco.

Una delegazione di almeno 40 uomini d’affari degli Emirati Arabi Uniti ha partecipato a una fiera siriana appoggiata dallo stato, sfidando gli avvertimenti statunitensi di non intrattenere rapporti commerciali con il governo e i soci del presidente Bashar al-Assad.

Gli Emirati Arabi Uniti, uno dei principali alleati regionali di Washington, hanno iniziato a stringere legami più stretti con Damasco per contrastare l’influenza dei suoi rivali Iran e Turchia.

A dicembre, ha riaperto la sua ambasciata lì, facendo arrabbiare Washington.

Hanno partecipato rappresentanti di società come la società di costruzioni Arabtec Holding <ARTC.DU> e altre società d’investimento guidate da eminenti uomini d’affari degli Emirati, nonché membri delle camere di commercio, hanno affermato i delegati.

I delegati hanno lasciato Damasco giovedì e venerdì.

Durante la guerra, gli Emirati Arabi Uniti hanno sostenuto gruppi armati contrari ad Assad.

Ma il suo ruolo era meno prominente di quello dell’Arabia Saudita e del Qatar e si concentrava principalmente sull’assicurare che le forze islamiste non dominassero la rivolta.

Le aziende stanno esplorando le possibilità commerciali e valutando i loro obiettivi e bilancio, ha affermato Farouk Assassa, direttore amministrativo senior di Essa Al-Ghurair, un fornitore della catena di fornitura con sede a Dubai e commerciante di prodotti agricoli.

“Questo problema richiede tempo per determinare, ma tutto accade gradualmente”, ha detto a Reuters TV a Damasco.

Ha detto di non essere preoccupato per l’avvertimento degli Stati Uniti che le compagnie che trattano con il governo siriano potrebbero subire sanzioni.

Le grandi dimensioni della delegazione degli Emirati Arabi Uniti hanno mostrato che altri hanno condiviso la sua opinione, ha detto.

L’Ambasciata degli Stati Uniti in Siria ha scritto su Twitter il 27 agosto di aver ricevuto segnalazioni secondo cui alcuni uomini d’affari o camere di commercio regionali avrebbero pianificato di partecipare alla fiera.

Il capo della Federazione delle Camere di commercio degli Emirati Arabi Uniti che ha guidato la delegazione a Damasco non era disponibile per un commento. In una dichiarazione, gli organizzatori della fiera hanno dichiarato che 26 aziende con sede negli Emirati Arabi Uniti hanno partecipato alla fiera siriana.

Un documento di delegazione commerciale degli Emirati Arabi Uniti con il logo della Camera di commercio di Abu Dhabi, ottenuto da Reuters, elencava almeno 42 delegati.