Il carabiniere ucciso: Due adolescenti statunitensi incarcerati

    782
    carabiniere
    Il carabiniere ucciso: Due adolescenti statunitensi incarcerati

    Gli ultimi dettagli sul caso del carabiniere ucciso

    Due adolescenti statunitensi sono stati incarcerati a Roma mentre le autorità svolgono un’indagine per omicidio sull’uccisione del carabiniere, Mario Rega.

    Un ordine di detenzione emesso dai pubblici ministeri ha chiamato la coppia Gabriel Christian Natale Hjorth e Finnegan Lee Elder, secondo RAI.

    L’ordine di detenzione afferma che entrambi sono nati a San Francisco nel 2000. La polizia ha dichiarato che avevano 19 anni.

    I procuratori hanno dichiarato nell’ordine che Elder è il principale sospettato, accusato di aver ripetutamente pugnalato il poliziotto paramilitare dei Carabinieri Mario Cerciello Rega, 35 anni.

    Natale Hjorth è accusato di usare le mani nude per colpire il compagno dell’ufficiale, che non è stato gravemente ferito nell’attacco.

    Entrambi gli adolescenti sono stati anche indagati per tentata estorsione.

    L’avvocato di Elder, Francesco Codini ha dichiarato che il suo cliente ha esercitato il suo diritto di non rispondere alle domande durante un’udienza di detenzione tenutasi sabato nella prigione di Roma, dove vengono tenuti i due ragazzi.

    L’avvocato di Natale Hjorth non è stato immediatamente disponibile per un commento.

    Un investigatore italiano che desiderava rimanere anonimo disse che la coppia aveva strappato la borsa di uno spacciatore a Roma dopo che l’uomo apparentemente aveva dato loro “una sostanza diversa” invece della cocaina.

    I carabinieri hanno detto che gli americani hanno chiesto un riscatto di 100 euro ($ A161) e un grammo di cocaina per restituire la borsa.

    Le risposte all’immagine del primo accusato variavano sui social media.

    La polizia ha riferito che nel luogo dell’appuntamento è avvenuta una rissa e il carabiniere è stato pugnalato otto volte, morendo poco dopo in ospedale.

    Fonte: SBS