Home Altro La prima missione spaziale degli astronauti degli Emirati Arabi

La prima missione spaziale degli astronauti degli Emirati Arabi

319
missione spaziale
La prima missione spaziale degli astronauti degli Emirati Arabi

Questo settembre segna un momento significativo per gli Emirati Arabi Uniti e la sua missione spaziale, come è stato rivelato quando verrà lanciato il primo astronauta degli Emirati Arabi Uniti.

Il primo astronauta degli Emirati sarà inviato nello spazio mercoledì 25 settembre.

Hazza Al Mansouri salirà a bordo di un veicolo spaziale Soyuz-MS 15 al cosmodromo di Baikonur in Kazakistan prima di lanciarsi nello spazio.

Trascorrerà otto giorni alla Stazione Spaziale Internazionale dove effettuerà esperimenti scientifici e – nel frattempo inciderà il suo nome nei libri di storia degli Emirati Arabi Uniti.

Ecco tutto ciò che devi sapere sulla prima missione spaziale del paese:

Come è stato scelto il primo astronauta degli Emirati Arabi Uniti?

Nel dicembre 2017, lo sceicco Mohammed bin Rashid, vicepresidente e sovrano di Dubai, ha lanciato il programma UAE Astronaut per trovare il primo viaggiatore spaziale del Paese.

Tantissimi furono incoraggiati ad applicare e, alla fine, 4.022 uomini e donne di età compresa tra 17 e 67 anni lo avevano fatto.

Queste speranze sono state infine ridotte a due, dopo cicli di allenamento, prove e interviste.

I finalisti erano Hazza Al Mansouri, un ex pilota militare di 34 anni, e Sultan Al Neyadi, un dottore d’informatica di 38 anni ed ex ingegnere delle forze armate degli Emirati Arabi Uniti.

Al Mansouri fu annunciato come primo astronauta ad aprile, con il dottor Al Neyadi che fungeva da suo backup.

Chi altro sta andando nella missione spaziale?

L’equipaggio principale comprende Maj Al Mansouri, il comandante russo Oleg Skripochka e l’astronauta statunitense Jessica Meir.

L’equipaggio di riserva è composto dal dott. Al Neyadi, comandante di volo russo di Roscosmos Sergei Ryzhikov e dall’astronauta statunitense della NASA Thomas Henry.

Il lancio

Secondo The National, gli astronauti avranno l’ultima opportunità di parlare con le loro famiglie nelle ore prima del lancio da dietro una spessa parete di vetro.

Saliranno quindi a bordo della navicella spaziale Soyuz-MS 15 al Baikonur Cosmodrome in Kazakistan due ore prima di ottenere l’autorizzazione al decollo, alle 5.56 pm ora degli Emirati Arabi Uniti.

Percorreranno circa 400 km fino alla ISS, arrivando verso mezzanotte. Tuttavia, dovranno attendere due ore dopo l’attracco prima di poter aprire il portello.

Una volta che il lancio è avvenuto, la parte della missione del dott. Al Neyadi si concluderà, a meno che non sia chiamato a prendere il posto del suo connazionale.